Maltempo: comunicato stampa Congiunto Provincia – Prefettura

Aggiornamento a sabato mattina 5 novembre 2011

Cuneo – Per le condizioni di maltempo che insistono anche sulla provincia di Cuneo, d’intesa tra il Prefetto e la Presidente della Provincia, si è tenuta venerdì sera (4 novembre) una riunione dell’Unità di crisi congiunta presso la sede della Protezione civile della Provincia. La situazione, che non evidenziava particolare criticità, è stata riaggiornata questa mattina sabato 5 novembre.

L’Unità di crisi si è riunita alle 9 ed è stata presieduta dall’assessore provinciale alla Protezione civile Stefano Isaia, presenti i referenti di Prefettura, Vigili del Fuoco, 118, Volontariato e Servizi tecnici di Protezione civile e Viabilità della Provincia..

Si è proceduto alla verifica dei dati provenienti dal monitoraggio e si è preso atto del bollettino regionale della situazione meteo che conferma previsioni di piogge diffuse e intense sullo sparticacque appenninico con Liguria (Alta Tanaro e Bormida) con un fronte in evoluzione nel pomeriggio verso le valli del Torinese e la fascia pedemontana nord occidentale.

Tenuto conto del perdurare del  maltempo, è stata predisposta l’apertura H 24 fino a cessate esigenze dell’Unità di crisi, attivando le funzioni in capo a Prefettura, Vigili fuoco, Viabilità e Protezione civile della Provincia, 118 e Volontariato.

Per ragioni precauzionali sono stati individuati i punti potenzialmente interessati da possibili dissesti idrogeologici dove sono in corso sopralluoghi preventivi da parte dei geologi della Provincia. Al momento tutta la viabilità provinciale è aperta e percorribile, seppur con alcune precauzioni nella zona della Val Tanaro. 

Una riunione di aggiornamento è fissata nel primo pomeriggio, in considerazione dell’emissione del prossimo bollettino meteo regionale.

25/10/2011 – Giornata Regionale di Protezione Civile

Il giorno 5 novembre 2011 si celebrerà la quindicesima edizione della Giornata Regionale della Protezione Civile. Il significato di tale giornata, istituita dal Consiglio Regionale, risiede nella volontà di sensibilizzare l’opinione pubblica, ed in particolare i giovani verso le tematiche di Protezione Civile.

La Giornata Regionale della Protezione Civile rappresenta un’occasione per riflettere sugli aspetti della conoscenza e pianificazione delle attività preventive e di soccorso volte alla tutela, all’incolumità e alla sicurezza della popolazione, dei beni e dell’ambiente. Al contempo rappresenta un evento simbolico che vuole mettere in evidenza l’importanza della collaborazione che, su questi temi, si realizza tra Cittadini ed Istituzioni.

La Regione sarà impegnata, in concomitanza con i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia e per l’Anno Europeo del Volontariato, nell’organizzazione di una grande manifestazione a Torino, con il coinvolgimento del Volontariato e delle scuole Piemontesi. Il programma della manifestazione, (www.regione.piemonte.it/protezionecivile) che si svolgerà dalle  9.00 alle 17.00 del giorno 5 novembre in Piazza San Carlo e Piazza Castello a Torino, prevede la mattinata dedicata alle scuole;  nel pomeriggio vi sarà la sfilata dei Volontari di Protezione Civile, un momento istituzionale ed una Cerimonia Religiosa in memoria delle vittime delle calamità in Piemonte, oltre a numerose attività dimostrative ed espositive.

 

12/10/2011-Protezione civile: esercitazione lungo il fiume Tanaro

L’esercitazione di Protezione civile lungo le sponde del fiume Tanaro che si è svolta sabato 8 ottobre ha coinvolto 112 squadre, 35 cantieri, 800 volontari operativi e 50 volontari addetti alla logistica. Questi i numeri di “Medio Tanaro 2011” organizzata dal Coordinamento provinciale dei volontari di Protezione civile in collaborazione con i Comuni di Niella Tanaro, Cigliè, Rocca Cigliè, Bastia, Clavesana, Carrù, Piozzo e Farigliano.

“Questo delicato intervento di prevenzione sul Tanaro – ha detto Roberto Gagna, presidente del Coordinamento provinciale dei volontari di Protezione civile e vice presidente regionale – è nato dalla necessità di rimuovere il materiale arboreo presente sulle sponde e negli alvei in prossimità dei ponti per evitare esondazioni durante il periodo delle piogge”. Grazie all’ausilio di motoseghe, potatori, decespugliatori e al supporto di macchine operatrici  con pinza, trituratori, trattori con rimorchio e frese, gli oltre 800 volontari sono riusciti a ripulire le aree a rischio e, con l’ausilio di cippatori – biotrituratori, macchine appositamente progettate per la triturazione di rami, residui di potature e sterpaglie, hanno trasformato tutti gli scarti legnosi in un prodotto uniforme idoneo al compostaggio, con una particolare attenzione all’ambiente.

“Sono fiera ed orgogliosa – ha detto la presidente della Provincia Gianna Gancia accompagnata da Stefano Isaia, Assessore provinciale alla Protezione civile – di vedere all’opera oltre 800 volontari che si sono contraddistinti per l’eccellente preparazione e per l’ottimo lavoro di squadra, qualità che portano il Coordinamento ai vertici italiani per operatività, organizzazione ed efficienza”. La presenza di numerosi consiglieri regionali e provinciali ha sottolineato l’importanza dell’esercitazione e la delicatezza degli interventi, fondamentali per evitare tragedie come quella che ha colpito le stesse aree nel 1994.

Medio-Tanaro-2011-cantiere
Medio – Tanaro – 2011 – cantiere

Frammenti Satellite UARS NASA

Si comunica che la Regione Piemonte in data 23/09/2011 alle h.18.00 ha emesso un comunicato informativo in cui specifica:

  • l’esclusione del transito dei frammenti del satellite nella fascia 21.25 – 22.03 del 23/09/2011 nelle traiettoria comprendente la Regione Piemonte

Pertanto rimane, come unica fascia di interesse del territorio italiano, la fascia tra le 03.34 – 04.12 del 24/09/2011 nella quale non è compreso il terrtitorio della Regione Piemonte

Per maggiori informazioni è possibile visualizzare il comunicato della Regione Piemonte

Intervento di protezione civile sul bacino artificiale di Pagno

Dopo il distacco di una frana causa di future esondazioni

Cuneo – Il livello dell’acqua del bacino artificiale di Pagno è stato abbassato di oltre 2 metri per realizzare un intervento di bonifica da parte di una squadra del Coordinamento provinciale Volontari di Protezione Civile di Cuneo.  L’intervento dei giorni scorsi si è reso necessario dopo il distacco di una frana che avrebbe potuto causare future esondazioni. Sono intervenuti una quindicina di volontari provenienti dai gruppi di Barge, Cardè, Costigliole Saluzzo, Cuneo, Envie, Piasco, Revello e Venasca che hanno lavorato un giorno intero utilizzando 3 idrovore per permettere l’ispezione dei tecnici della Provincia. “Ci siamo occupati della prima messa in sicurezza – spiega Nico Giusiano, consigliere provinciale e responsabile del gruppo Volontari A.I.B della Valle Bronda – a cui seguirà un sopralluogo dei tecnici della Regione. Da oltre 20 anni non si effettuavano più interventi nella zona del bacino artificiale, l’operazione portata a termine dai volontari ci consente di scongiurare eventuali rischi di piena e conseguenti esondazioni”.

l'intervento dei volontari di protezione civile - foto 1
l'intervento dei volontari di protezione civile - foto 1

Notizie dalla Protezione Civile della Provincia di Cuneo