25/08/2016: Emergenza terremoto in Italia centrale – aggiornamento

La Regione Piemonte – Settore Protezione Civile ha fornito un  aggiornamento sulla gestione dell’emergenza terremoto e le relative indicazioni sulle modalità di aiuto:

Le attività di ricerca delle persone disperse sono proseguite nel corso della notte e proseguono tuttora.
Le vittime del terremoto sono salite a 247 unità.
La protezione civile ha allestito ricovero per una disponibilità di 3400 posti letto, di cui soltanto un terzo sono stati occupati nella notte trascorsa.

Le colonne mobili regionali giunte sul posto per portare aiuto (Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Molise, Emilia Romagna, Toscana) stanno ultimando l’approntamento dei campi nelle seguenti località:

  • Regione Abruzzo 2 campi ad Accumoli – fraz. di Grisciano per circa 130 persone
  • Regione Friuli Venezia Giulia 1 campo ad Amatrice per un totale di 250 persone
  • Regione Molise 1 campo ad Amatrice
  • Regione Emilia Romagna 1 campo a Uscerno per 80 persone e a Montegallo
  • Regione Toscana in attesa di destinazione a Rieti
Prosegue l’attività delle squadre cinofile piemontesi per la ricerca sotto le macerie, mentre la colonna mobile rimane disponibile in pronta partenza per l’allestimento eventuale di due ulteriori campi di accoglienza per un totale di 500 persone, ma al momento non è pervenuta la richiesta di partenza dal Dipartimento Nazionale.
La Regione Piemonte conferma inoltre la disponibilità di tecnici rilevatori per valutare l’agibilità degli edifici, nonché la disponibilità, in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, di proprio personale esperto per la gestione dei Centri di Coordinamento e il supporto alle amministrazioni locali.
Si ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi informativi:
  • contact center della Protezione Civile Nazionale: 800840840;
  • Sala Operativa della Protezione Civile Lazio: 803 555;
  • numero verde della Protezione Civile delle Marche 840001111.
Fino a questo momento al Comitato Operativo Nazionale di Protezione Civile non sono pervenute richieste di vestiario e di beni di prima necessità.
Per la raccolta di offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, la Regione Lazio e la Regione Marche hanno attivato due caselle di posta dedicate: per il Lazio le offerte possono essere inviate a sismarieti@regione.lazio.it. Per le Marche il riferimento è prot.civ@regione.marche.it.
È infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa.

24/08/2016 – Terremoto centro-Italia

Alle ore 3:36 del 24 agosto si è registrata nell’Italia centrale una forte scossa di terremoto, con epicentro localizzato nel comune di Accumoli (RI) di magnitudo locale (ML) 6.0 . Oltre 200 le repliche che hanno interessato finora le zona colpite, tra le quali, sei scosse di magnitudo compresa tra 4 e 5 e una di magnitudo 5.3, nella zona di Norcia.  Lazio, Marche e Umbria sono le Regioni in cui gli effetti del terremoto sono stati più devastanti.

Informazioni e aggiornamenti sulla gestione dell’emergenza terremoto sono disponibili sul sito del Dipartimento della protezione civile che ha anche attivato l’sms solidale 45500 per aiutare le popolazioni coinvolte:

sms_solidale_orizz_blu_d0

 

 

Un servizio donazioni è stato attivato anche dalla Croce Rossa italiana.

Notizie dalla Protezione Civile della Provincia di Cuneo