Archivi tag: Bollettino Nivologico

03/04/2016 – Pericolo forte per rischio valanghe

Secondo le informazioni contenute nel bollettino nivologico per rischio valanghe di ARPA Piemonte, le precipitazioni che hanno interessato la nostra regione nel fine settimana sono state più significative sui settori occidentali e meridionali, dove la quota neve è scesa fino a 1300-1500m nelle prime ore di domenica per poi risalire a 1800-2000m nel pomeriggio, con valori di 30-40cm a 2000m di quota e punte di 80-100cm oltre i 2300m di quota. In relazione a tali quantitativi e al riscaldamento previsto nel corso della giornata, da A. Graie fino a A. Liguri, sono possibili molte valanghe spontanee di medie e talora di grandi dimensioni che, in alcuni casi, potrebbero interessare la viabilità di fondovalle.

Scarica: Bollettino nivologico del 03/04/2017

 

02/04/2017 – Criticità per rischio valanghe

Secondo le informazioni contenute nel bollettino nivologico per rischio valanghe di ARPA Piemonte,  alle 8:00 di questa mattina sono stati registrati mediamente, a 2000 m di quota, valori di nuova neve pari a 10-30 cm sui settori settentrionali (con picchi locali fino a 50 cm al rifugio zamboni),  40-60 cm su A. Graie,  35-50 cm su A. Cozie e A. Marittime e 20-30 cm su A. Liguri.  La quota neve ha raggiunto i 1300 m sui settori sud innalzandosi gradualmente sui settori occidentali (1400-1500 m), fino ad arrivare a 1600-1700 m su quelli settentrionali. In relazione ai quantitativi di nuova neve ancora previsti nelle prossime ore, su A. Graie, A.Cozie e A. Marittime saranno possibili valanghe di media dimensione, talvolta anche di grandi dimensioni che potrebbero interessare la viabilità di fondovalle. Su A. Liguri, in relazione ai reali quantitativi registrati domani sarà da valutare un possibile aumento della criticità.

Scarica: Bollettino nivologico per rischio valanghe del 02/04/2017

 

08/02/2017 SS N.21 DEL “COLLE DELLA MADDALENA” – CHIUSURA TRA ARGENTERA E CONFINE STATO

L’Anas informa che, a  seguito della decisione del Conseil Départemental des Alpes de Haute Provence di interdire la circolazione sul versante francese del Col de Larche/Colle della Maddalena e vista la convenzione stipulata tra Anas S.p.A. e il Conseil Départemental Alpes de Haute-Provence, protocollo n. cto-0025260-A  del 02/11/2016,  a causa di un’intensa nevicata  nel tratto compreso tra Argentera (km 51+000) e il confine di Stato (km 59+708) della SS 21  “del Colle della Maddalena” è istituito il divieto di transito a tutte le categorie di veicoli ed in entrambe le direzioni di marcia.

05/03/2016 – Forte pericolo valanghe sulle montagne della Provincia di Cuneo

La nuova neve poggia con scarsa aderenza sul manto che localmente presenta un consolidamento debole-moderato . In relazione all’intensità delle precipitazioni in esaurimento, e successivamente l’intensificarsi del vento è attesa una ripresa dell’attività valanghiva spontanea con valanghe di medie e localmente grandi dimensioni che potrebbero interessare alcuni tratti di viabilità di fondovalle.  

Il livello di criticità è sul livello 2 (su una scala che va da 1 a 3) con pericolo valanghe forte in tutti i settori montani della Provincia di Cuneo.

scarica allegati:

27/02/2016: Bollettino di allerta meteoidrologica e bollettino nivologico

Il Centro Funzionale di ARPA Piemonte ha emesso in data odierna il bollettino di allerta meteoidrologica il quale segnala che una profonda ed estesa area di bassa pressione interessa attualmente le regioni occidentali europee ed in particolare la nostra penisola. Dalla sera di oggi sabato 27 febbraio è atteso un forte peggioramento del tempo sulla nostra regione con piogge abbondanti in particolare tra Torinese e Cuneese.

Solo da Lunedì 29 febbraio la rimonta progressiva dell’alta pressione atlantica favorirà un miglioramento delle condizioni meteorologiche, più marcato da Martedì 01 marzo 2016.

Per quanto riguarda il pericolo valanghe, si segnala che, a partire dal pomeriggio di ieri venerdì 26 febbraio, nuove nevicate hanno prima interessato i settori alpini per poi gradualmente estendersi nella notte anche alle zone pedemontane.

Gli apporti nevosi registrati questi mattina alle ore 8:00 sono di circa 10-20 cm sui settori nord-occidentali e meridionali. I settori delle Alpi Cozie fanno registrare al momento valori leggermente inferiori compresi tra 5 e 10cm. La quota delle nevicate si attesta tra 400-600m a sud e 600-800m a nord della regione.

Dal pomeriggio-sera odierno è attesa una significativa intensificazione delle nevicate soprattutto dalle A.Graie alle A.Liguri per cui dalla notte alle prime ore di domani è attesa una significativa ripresa dell’attività valanghiva spontanea con valanghe di medie dimensioni è in alcuni casi anche di grandi che potrebbero interessare la viabilità di fondovalle.