Archivi categoria: Eventi e calamità naturali

Evento alluvionale novembre 2016: dichiarato lo stato di emergenza

Nei giorni dal 23 al 25 novembre precipitazioni diffuse ed intense hanno coinvolto il territorio della provincia di Cuneo; tali fenomeni hanno in particolare interessato dapprima il bacino del Tanaro e successivamente il bacino del Po.

In generale, negli ambiti territoriali interessati dalle precipitazioni, si sono generati numerosi fenomeni di allagamento che hanno richiesto l’adozione di misure di chiusura cautelare di molte vie di comunicazione e determinato diffuse interruzioni della viabilità secondaria ed anche principale, con interruzione di collegamenti ferroviari e coinvolgimento di numerosi centri abitati.

Fenomeni franosi hanno diffusamente coinvolto i territori interessati dalle forti piogge, coinvolgendo la viabilità ed in alcuni casi le abitazioni.

In data 16 dicembre il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza; tutti i provvedimenti relativi all’evento sono consultabili sul sito della Regione Piemonte.

07/11/2016 – Aggiornamenti sulle attività a supporto delle popolazioni colpite dal sisma

 Proseguono le attività del Sistema di protezione civile regionale, in relazione alle richieste pervenute dalla Di.Coma.C (Direzione di comando e controllo), nell’assistenza delle popolazioni colpite dall’emergenza terremoto nel centro Italia:

  • il camper farmacia presta servizio a Visso, in provincia di Macerata, gestito in alternanza da farmacisti volontari e da quelli locali;
  • il PASS (Posto di assistenza socio-sanitaria), gestito dal Coordinamento del Volontariato di Cuneo, è stato allestito a Norcia per garantire, con l’impiego di medici e infermieri locali, assistenza sanitaria di base e socio-sanitaria alle popolazioni colpite;
  • una tenda pneumatica ad uso di struttura collettiva, gestita dai volontari del Coordinamento di Verbania, è stata destinata al comune di Sant’Angelo in Pontano, in provincia di Macerata;
  • la cucina campale della Colonna mobile è stata inviata a Savelli, frazione di Norcia, dal presidio di San Michele di Alessandria;
  • tecnici della Regione, delle Province e della Città Metropolitana di Torino, garantiranno la turnazione per fornire supporto alla Regione Marche ed alla Regione Umbria nelle attività di raccordo tra i Comuni colpiti.

Con riferimento alle donazioni il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ha fornito le seguenti indicazioni:

  • donazioni di denaro possono essere effettuate tramite l’apposito conto corrente bancario (http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/donazioni_sisma_2016.wp) o attraverso il numero solidale 45500 (donazione di due euro con sms o chiamata da rete fissa);
  • in relazione alla raccolta di vestiti e altri generi di prima necessità il Dipartimento, d’intesa con le Regioni, i Comuni e con le Organizzazioni di volontariato, ha chiesto uno stop alle donazioni. La generosità dimostrata sinora ha permesso, infatti, di raccogliere grandissime quantità di vestiti, giocattoli, cibo e, in genere, beni di prima necessità. Al contempo l’arrivo continuo di materiali impegna molti operatori nelle attività di verifica e smistamento di tutte queste offerte, che spesso non incontrano le specifiche esigenze della popolazione colpita.

Si ricorda a chi ha manifestato la volontà di partire come volontario per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto che per contribuire agli interventi nelle zone colpite da disastri, è necessario far parte di un’organizzazione di volontariato già addestrata all’intervento. In questi casi, infatti, il contributo dei singoli non facilita le azioni di soccorso.

 

25/08/2016: Emergenza terremoto in Italia centrale – aggiornamento

La Regione Piemonte – Settore Protezione Civile ha fornito un  aggiornamento sulla gestione dell’emergenza terremoto e le relative indicazioni sulle modalità di aiuto:

Le attività di ricerca delle persone disperse sono proseguite nel corso della notte e proseguono tuttora.
Le vittime del terremoto sono salite a 247 unità.
La protezione civile ha allestito ricovero per una disponibilità di 3400 posti letto, di cui soltanto un terzo sono stati occupati nella notte trascorsa.

Le colonne mobili regionali giunte sul posto per portare aiuto (Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Molise, Emilia Romagna, Toscana) stanno ultimando l’approntamento dei campi nelle seguenti località:

  • Regione Abruzzo 2 campi ad Accumoli – fraz. di Grisciano per circa 130 persone
  • Regione Friuli Venezia Giulia 1 campo ad Amatrice per un totale di 250 persone
  • Regione Molise 1 campo ad Amatrice
  • Regione Emilia Romagna 1 campo a Uscerno per 80 persone e a Montegallo
  • Regione Toscana in attesa di destinazione a Rieti
Prosegue l’attività delle squadre cinofile piemontesi per la ricerca sotto le macerie, mentre la colonna mobile rimane disponibile in pronta partenza per l’allestimento eventuale di due ulteriori campi di accoglienza per un totale di 500 persone, ma al momento non è pervenuta la richiesta di partenza dal Dipartimento Nazionale.
La Regione Piemonte conferma inoltre la disponibilità di tecnici rilevatori per valutare l’agibilità degli edifici, nonché la disponibilità, in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, di proprio personale esperto per la gestione dei Centri di Coordinamento e il supporto alle amministrazioni locali.
Si ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi informativi:
  • contact center della Protezione Civile Nazionale: 800840840;
  • Sala Operativa della Protezione Civile Lazio: 803 555;
  • numero verde della Protezione Civile delle Marche 840001111.
Fino a questo momento al Comitato Operativo Nazionale di Protezione Civile non sono pervenute richieste di vestiario e di beni di prima necessità.
Per la raccolta di offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, la Regione Lazio e la Regione Marche hanno attivato due caselle di posta dedicate: per il Lazio le offerte possono essere inviate a sismarieti@regione.lazio.it. Per le Marche il riferimento è prot.civ@regione.marche.it.
È infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa.

24/08/2016 – Terremoto centro-Italia

Alle ore 3:36 del 24 agosto si è registrata nell’Italia centrale una forte scossa di terremoto, con epicentro localizzato nel comune di Accumoli (RI) di magnitudo locale (ML) 6.0 . Oltre 200 le repliche che hanno interessato finora le zona colpite, tra le quali, sei scosse di magnitudo compresa tra 4 e 5 e una di magnitudo 5.3, nella zona di Norcia.  Lazio, Marche e Umbria sono le Regioni in cui gli effetti del terremoto sono stati più devastanti.

Informazioni e aggiornamenti sulla gestione dell’emergenza terremoto sono disponibili sul sito del Dipartimento della protezione civile che ha anche attivato l’sms solidale 45500 per aiutare le popolazioni coinvolte:

sms_solidale_orizz_blu_d0

 

 

Un servizio donazioni è stato attivato anche dalla Croce Rossa italiana.

14/03/2016 – Terremoto di magnitudo 3.5 nelle Alpi Cozie

Alle ore 14:36 di oggi, 14 marzo, è stato registrato dalla rete sismica regionale e nazionale un terremoto di magnitudo ML 3.5 in provincia di Cuneo, con coordinate geografiche lat 44.38 – lon 7.25 (zona Alpi Cozie tra la Valle Stura di Demonte e la Valle Grana, in prossimità dei comuni di Castelmagno, Pradleves, Monterosso Grana, Aisone, Demonte e Vinadio).

INGV

Il sisma è stato avvertito distintamente dalla popolazione anche nelle aree di pianura e collinari; tuttavia non sono pervenute segnalazioni di danni a persone / cose a Vigili del Fuoco e soccorso sanitario.